Agluu

Benvenuti

Al primo impatto con questo sito vi domanderete le ragioni del suo nome... la risposta che vi darò non è troppo complicata, ma mi obbliga a fare una breve premessa:
sono sicuro che tutti voi, che avete una "sindrome" per il cinema, ricordate quale sia il film che vi abbia infettato durante l'infanzia, se ne avete memoria, o nell'adolescenza... ebbene, Agluu  è proprio l'acronimo del film che ha tramortito me, tanti anni fa, e per questa ragione con gratitudine ne ho fatto il simbolo della mia passione:

"Anche gli uccelli uccidono" (Brewster McCloud), un film bizzarro e surreale che Robert Altman girò nel lontano 1970, che, da allora, per preservarne l'immagine nella mia mente e non intaccarne l'emozione, mi sono sempre rifiutato di rivedere...

Sono Fabrizio R., responsabile, da più di dieci anni, del catalogo di alcune delle più fornite videoteche di Roma e grande divoratore di film e affini. Da un osservatorio così privilegiato, nonostante non abbia alcuna preparazione specifica sulla materia, ho sviluppato nel tempo, affinando il mio "fiuto", un'esperienza filmica tale che sarebbe stato un delitto da parte mia non condividerla con altri che non fossero i miei clienti abituali.

Sono tante le componenti di un film che catturano la mia attenzione, ma più che la caratura degli attori e la bontà della trama (che sono, comunque, elementi importanti), a suggestionarmi sono il rigore della struttura narrativa, la profondità dello studio psicologico dei personaggi e l'originalità dello stile registico.

Naturalmente, non mancheranno nel sito le schede di quei film che, animati da forti passioni artistiche e civili, hanno fatto la storia del cinema, innalzandone l'asticella delle sue potenzialità espressive. 

Per non dilungarmi ancora, aggiungo soltanto che il fine ultimo di Agluu.it  è quello di fornire consigli (e non recensioni articolate) agli appassionati, e che per far questo mi atterrò scrupolosamente ad alcune, semplici, regole di comportamento, operando di sintesi riguardo:

  • La trama, in modo tale da non anticipare nessuna scena importante che possa rovinarvi la sorpresa, cercando, altresì, di darvi informazioni utili per poterne capire la tipologia. Per fare questo, di solito, farò un accenno ai primi fotogrammi del film.
  • I pro, in modo assolutamente personale e non obiettivo, che faccia trasparire tutta l'emozione che ho provato nel vedere il film, senza censure o tatto. Intendo, qui, vagliare la bravura degli attori, l'ispirazione dello sceneggiatore, il talento di chi ha curato la fotografia, i costumi e le scenografie, l'originalità delle musiche e le capacità del regista nell'amalgamare il tutto.
  • I contro in maniera quanto più obiettiva, legandomi non solo alle mie sensazioni, ma anche a quelle degli altri ("segretaria", genitori, parenti, amici e clienti) in modo tale da indicare anche se il film è adatto ai minori o ai troppo sensibili.
  • Il colore come voto da assegnare al film, rapportato alle due voci precedentemente descritte, che sia un riferimento per la sua qualità, distintivo rispetto agli altri. La valutazione varia dal rosso intenso che associo al capolavoro, fino, sfumando, al giallo,che comprende quei film che dimostrano di avere comunque, nonostante alcuni difetti, qualcosa da offrire.
  • Il giudizio finale, in modo da farne risaltare le qualità senza, anche qui come nella voce "trama", anticipare informazioni troppo esplicite sul contenuto e, se ci fosse, sulla morale. Mi complimenterò con gli autori e con gli attori e farò riflessioni generiche sulle loro motivazioni.
  • Le fonti da cui attingo le informazioni: di solito la copertina del dvd o del blu-ray, surrogata dai siti citati nella scheda.
  • Le caratteristiche tecniche del supporto (dvd o blu-ray) da me utilizzato per vedere il film e il livello di qualità dei contenuti extra, tenendo conto del sistema che uso, composto da questi elementi: videoproiettore infocus IN76 risoluzione nativa a 720p; schermo screenlight fashion retrolight da 92 pollici; lettore playstation3 500gb; impianto audio 5.1 hd onkyo ht-r380; due cavi hdmi 1.4 hidiamond, uno da 1 e l'altro da 10 metri.

Aggiungo che l'assenza dei trailer nelle schede dei film non è una scelta casuale, in quanto è sempre più pericoloso vederli senza rovinarsi la visione di alcune scene chiave.

Per quanto riguarda il vostro contributo al sito, oltre al fruire gratuitamente delle informazioni, con una semplice iscrizione potrete lasciare i vostri commenti riguardo le schede e i vostri suggerimenti per il miglioramento della sua qualità.

Se, invece, volete intavolare un bel dibattito sul vostro film preferito o affossarne uno dei miei, potete contattarmi direttamente su Twitter alla voce @FabrizioAgluu.

Termino la mia presentazione ringraziando con affetto il curatore e socio di Agluu.it, Roberto, senza il cui aiuto niente di tutto questo sarebbe stato possibile.



Ricerca



Classifiche Attori

Social Network